Nel mondo dell’Healthcare, l’adozione sempre più diffusa di soluzioni in Realtà aumentata e in Realtà virtuale segna il passaggio da un approccio tradizionale a uno più evoluto. In tal senso, si sta assistendo a dei cambiamenti sostanziali, che incidono sul miglioramento delle performance mediche e dell’assistenza sanitaria anche da remoto.

La richiesta di AR e di VR, ormai, non riguarda solo il settore gaming. Queste tecnologie immersive, infatti, stanno guadagnando terreno anche nella sanità, dove sono usate soprattutto per:

  • Operazioni chirurgiche
  • Diagnostica
  • Formazione
  • Istruzione
  • Gestione del dolore e riabilitazione

I vantaggi della Realtà aumentata e virtuale, nel settore sanitario, spingono alla crescita di un mercato il cui giro d’affari nel 2028 dovrebbe raggiungere i 9,5 miliardi di dollari.

Il ricorso alla digitalizzazione nell’industria sanitaria, potenziato nel periodo Covid, si rafforzerà nel 2022, rendendolo a pieno titolo uno dei trend dell’anno. Come e cosa riguarda questo cambiamento? Vediamolo insieme.

AR e VR: come cambia il settore sanitario

La digital Health risponde al mutamento delle esigenze sia del personale medico che dei pazienti. I primi sono alla ricerca di strumenti per rendere più snelli ed efficienti i processi, affinché possano dedicarsi alla cura e all’assistenza dei pazienti.

Questi ultimi, a loro volta, hanno bisogno di metodi più immediati per comunicare con gli specialisti e decodificare le informazioni complesse fornite.

L’AR e la VR stanno diventando, di fatto, passaggi di un percorso condiviso per raggiungere tali obiettivi, con notevoli vantaggi per la rivoluzione sanitaria in corso.

Pensiamo alla formazione medica: con la Realtà aumentata e la Realtà virtuale il training sanitario diventa più interattivo e collaborativo. Il che si riflette sul miglioramento delle skill del medico e nella precisione durante un’operazione. I tempi dell’intervento si riducono così come i margini di errore.

Acquisirà un ruolo più importante anche la chirurgia robotica, con dispositivi che effettuano operazioni dove è richiesta alta precisione. A controllarli è il chirurgo che usa strumenti collegati in AR e VR.

Realtà aumentata nell’Healthcare: scenari futuri

La sovrapposizione di immagini in modalità AR, calate nel contesto sanitario, risulterà fondamentale per le mappe interattive di emergenza. Infatti, le app mobili collegate a smart glasses, tablet e smartphone aiutano a individuare più velocemente un ospedale, un pronto soccorso, una farmacia nelle vicinanze.

Con le tecnologie immersive il medico potrà avere un approccio personalizzato col paziente. Infatti, queste soluzioni gli danno la possibilità di spiegare in modo pratico e visivo ai propri assistiti:

  • Modalità di esecuzione dell’operazione
  • Step per il post operatorio
  • Riabilitazione più veloce

Le informazioni che vengono condivise ricorrendo all’Augmented reality saranno più comprensibili rispetto ai metodi comunicativi tradizionali. Questo riguarderà sia il rapporto medico-paziente che la collaborazione tra esperti. Infatti, si assiste a un’interazione e al supporto concreto nelle procedure chirurgiche così come nella diagnostica e nella cura delle patologie riscontrate.

Eye4Task tecnologia a servizio della medicina

La Pandemia ha mostrato con estrema chiarezza lo squilibrio tra la richiesta di medici e l’organico effettivo. È un processo che va snellito e reso più efficace per poter formare le nuove leve di professionisti sanitari e assicurare la cura dei pazienti.

Pertanto, il ricorso a soluzioni in AR e VR significa migliorare il training degli specializzandi e dar loro la possibilità di conoscere, in modo più veloce ma sempre approfondito, l’anatomia. Facilitando la pratica per acquisire sicurezza nel gesto chirurgico e migliorare, di conseguenza, le skill.

Abbiamo visto quanto la trasformazione digitale e lo sviluppo di nuove tecnologie nell’Healthcare siano importanti nella formazione medica, nella cura e nell’assistenza del paziente anche a distanza. Agli scopi formativi e educativi, si affianca anche l’opportunità di abbattere le distanze, facilitare la comunicazione tra gli specialisti e l’assistenza anche da remoto.

In questo contesto, concreti sono i vantaggi nell’uso di Eye4Task, tecnologia a servizio della medicina.

Questa piattaforma “ready2use”, infatti, rende possibile la collaborazione da remoto anche nel settore sanitario, in quanto durante la procedura ciascun medico assiste, valuta e interagisce con i colleghi. In ogni intervento, ha a disposizione un esperto a distanza che, attraverso la Support Room, fornisce supporto collaborativo.

Ecco solo alcuni vantaggi di Eye4Task nell’Healthcare:

  • Riduce la presenza sul campo dei medici
  • Aumenta l’empowerment del personale in prima linea
  • Accelera la curva di apprendimento

 

Per maggiori informazioni sul software Eye4Task, contattaci per un consulto gratuito o scopri il nostro programma partner.

Richiedi una DEMO gratuita di Eye4Task!