Tra i molteplici ambiti applicativi della Realtà aumentata prende sempre più quota anche l’e-learning e la formazione. Una rivoluzione che, forte anche dei risvolti della pandemia, punta su questa tecnologia immersiva per rendere più indipendente e creativo l’apprendimento a scuola. Non a caso si parla di “Augmented learning”.

La formazione smart si poggia sul “learning by doing”: ossia, lo studente, immerso nell’esperienza, “impara facendo”. Una strategia di apprendimento dai tanti benefici che riveste la sua importanza anche nel training dei lavoratori in diversi settori.

L’ingresso dell’AR nell’educazione scolastica migliora la didattica e, di conseguenza, l’esperienza conoscitiva del discente. Vediamo quindi quali sono i vantaggi di questa tecnologia che rende più autonoma la formazione.

Percorsi interattivi: vantaggi Ar applicata a educazione

Sono passati i tempi in cui l’Augmented reality veniva usata solo nel gaming. I trend del 2022 mostrano come si vanno ampliando i settori di utilizzo di questa tecnologia. Dall’automotive all’industria manifatturiera, dall’Healthcare al retail. In questo elenco veramente lungo entra, di fatto, anche l’educazione sia a scuola che nelle università.

Si tratta di percorso interattivo che, con l’uso di device in AR e Realtà virtuale, scavalca l’apprendimento tradizionale. Il discende diventa parte attiva di questo processo. Infatti, acquisisce le conoscenze in modo autonomo, le immagazzina e le mette in pratica. Sulla spinta dell’esperienza, migliorano il ragionamento e la riflessione critica dell’alunno.

Ecco alcuni dei principali vantaggi della Realtà aumentata nell’iter formativo/educativo:

  1. Migliora l’attenzione e la concentrazione dell’alunno nello svolgere un determinato compito.
  2. Trasmissione del sapere è immediata: le informazioni a disposizione sui device e la loro applicazione avvengono real time.
  3. Riduce i margini di errore.
  4. Favorisce la cooperazione e la collaborazione tra compagni e team.
  5. Migliora la memorizzazione delle nozioni, apprese “facendo”.

L’AR, inoltre, è molto utile nel favorire l’acquisizione dei concetti per alunni con bisogni educativi specifici.

Didattica aumentata: la rivoluzione a scuola

Il ricorso alle tecnologie tra i banchi di scuola apre, quindi, a nuovi contesti formativi che mettono in relazione studenti e ambiente. Le innovazioni tecnologiche stanno contribuendo, pertanto, a quella che viene definita “Didattica aumentata” (Augmented learning), intesa come una sorta di evoluzione di quella a distanza (e-learning).

Gli input dell’AR creano un incredibile sostrato interattivo, in cui i contenuti specifici (immagini, audio, testo, animazione 3D, video ecc) possono essere esplorati dal discente. L’esperienza avviene in prima persona grazie all’ingresso, nelle aule, di applicazioni, software e device evoluti. Tra questi anche visori in VR e gli smart glasses che immergono lo studente nei contesti e lo aiutano nel problem solving.

Questi strumenti hi-tech sono adoperati anche dai docenti per trasmettere, in modo ottimale, le informazioni. I contenuti, di fatto, sono smart e interattivi. Le pratiche messe in atto dagli insegnanti vanno nella direzione dell’apprendimento just in time.

Si tratta di nozioni specifiche brevi che servono per colmare le lacune certificate in breve tempo. Informazioni utili anche ai lavoratori che stanno seguendo un corso di addestramento, per un apprendimento pratico in cui si riduce la possibilità di compiere errori.

Conclusioni

Questo apprendimento, non più standardizzato, si applica anche fuori dagli ambiti scolastici, segnando di fatto un’evoluzione a più livelli. Infatti, il nuovo approccio è importante anche per il training delle nuove leve, specie in contesti delicati, come gli interventi ad alta quota.

Per la messa in pratica di quanto imparato durante l’apprendimento e migliorare, quindi, le performance lavorative scegli Eye4Task, la piattaforma collaborativa in AR. Questo software ti permetterà di:

  • Ridurre i tempi di intervento e i costi di trasferta;
  • Migliorare la produttività dei lavoratori sul campo;
  • Rendere più snella e fattiva la collaborazione tra team.

 

Per maggiori informazioni sul software Eye4Task, contattaci per un consulto gratuito o scopri il nostro programma partner.

Richiedi una DEMO gratuita di Eye4Task!