La smart maintenance nell’industria 4.0 è la strada scelta da molte aziende che vogliono gestire la produzione e l’attività di business puntando sulle tecnologie intelligenti. È come una rete in cui le componenti smart, collegate tra loro, comunicano per garantire alti livelli di produttività e continuità operativa. È questo a far la differenza rispetto alla manutenzione tradizionale.

Infatti, nell’industria 4.0 la maintenance diventa smart, intelligente, proprio per le grandi potenzialità dei software impiegati. Soluzioni innovative che, prima del guasto, garantiscono interventi mirati di manutenzione sulle attrezzature e macchinari. Con vantaggi in tutte le fasi di produzione.

In questo articolo HeadApp scopriamo le potenzialità della smart maintenance.

Smart maintenance: cos’è e come funziona

Come nel manifatturiero, in tutti i settori la digitalizzazione delle fasi di produzione è la risposta alle continue e diverse esigenze del consumatore. In questi tempi di Mass Customization risulta, quindi, importante fornire il prodotto rispettando gli alti standard qualitativi e le normative vigenti. Ciò significa evitare blocchi macchine, guasti e imprevisti downtime. A beneficio della produttività e della riduzione costi per l’impresa.

Tutto ciò è possibile con la smart maintenance. Una tecnologia avanzata che riesce a monitorare, real time, le fasi di produzione e lo stato ottimale degli asset fisici dell’azienda. Come? Coi sensori IoT, che inviano i dati raccolti (Big Data) verso software evoluti. Questi, a loro volta, li elaborano grazie al paradigma del Machine Learning che paragona i dati ricevuti con la memoria storica del dispositivo. Quindi analisi dei dati e manutenzione mirata, prima che si verifichino guasti alle attrezzature.

Il che si traduce in grandi vantaggi per l’impresa, risparmiando sulla manutenzione straordinaria. Senza intaccare le fasi di produzione. Oltre all’analisi dei dati, infatti, questi software innovativi programmano e pianificano il lavoro. Tutto il circuito produttivo viene quindi tutelato e organizzato, a beneficio dell’intera produzione e degli addetti ai lavori.

La manutenzione intelligente nell’industria 4.0

Raccogliere e analizzare dati per controllare le macchine, evitare usure e improvvisi downtime. Questi sono tra i vantaggi della manutenzione che, dotata di tecnologia innovativa, diventa smart. Perno essenziale dell’industria 4.0.

Una manutenzione che si basa sull’assistenza da remoto, che tiene insieme tutte le strutture. Con il collegamento in rete di una quantità potenzialmente infinita di apparecchiature e macchinari, l’assistenza in remoto è l’asso nella manica della smart maintenance. Con benefici per le aziende che significano anche investimenti e riduzione di lungaggini negli interventi. Infatti, attraverso la manutenzione intelligente, gli asset fisici riescono a essere gestiti in simultanea. Programmandone le attività e prevedendo eventuali malfunzionamenti.

Le attività di monitoraggio grazie a questi software evoluti non lasciano nulla al caso: tutto è inserito in una pianificazione efficace. Infatti la smart maintenance prevede una cadenza regolare degli interventi da effettuare sulle attrezzature. Nella manutenzione intelligente, l’analisi dei dati di più macchine, inoltre, si basa su misure di cybersecurity efficaci. Una soluzione per evitare che i sistemi vengono hackerati.

Vantaggi di Eye4Task per la smart maintenance nelle aziende

Eye4Task, piattaforma collaborativa realizzata da HeadApp, permette di consultare i dati direttamente sui wearable device, su tablet o smartphone. È questo un valore aggiunto che si affianca ad altri vantaggi offerti da E4T per la smart maintenance:

  • Possibilità di evitare trasferte inutili per problemi di basso livello
  • Capacità di ottimizzare il numero di addetti per squadra, spostando in remoto alcune competenze
  • Tempestività dell’intervento, sfruttando tecnici di zona con il supporto da hub centrale.

Attraverso un layer di API, Eye4Task può comunicare direttamente con i backend del cliente, recuperando i dati da campo. Questi, poi, vengono convogliati verso la WebApp: qui un mentore li organizzerà in base alle necessità. I set di dati sono, quindi, abbinati a un contesto di intervento. Così, i tecnici in field possono consultarli facilmente.

E4T garantisce all’operatore sia di seguire una procedura ma anche di consultare il dato più utile al passaggio in cui si trova. Oltre al monitoraggio globale sull’asset di intervento. Inoltre, in caso di zone Atex, si possono abilitare aree in cui prima i dati non erano completamente disponibili.

Per maggiori informazioni sui software di HeadApp, contattaci per un consulto gratuito o visita la pagina delle nostre soluzioni.

 

Richiedi una DEMO gratuita!